TRIBUNALE POPOLARE




Salve e benvenuto essere umano.

Approfittiamo per ricordarti che questo Tribunale si sovvenziona grazie alle sole DONAZIONI. Se credi in ciò che facciamo e desideri contribuire, ti indichiamo il link per poterlo fare. Il collegamento ti condurrà direttamente al nostro conto. Grazie!

Pagina per le DONAZIONI volontarie

Se potrai DARE una mano faremo ancora meglio. Grazie!




Devi sapere che il Diritto Internazionale è prevalente rispetto al Diritto Positivo interno degli Stati che sottoscrivono una Convenzione internazionale soggetta a ratifica.

In Italia:

Art. 10 della Costituzione: L’ordinamento giuridico italiano si conforma alle norme del diritto internazionale generalmente riconosciute. La condizione giuridica dello straniero è regolata dalla legge in conformità delle norme e dei trattati internazionali. Lo straniero, al quale sia impedito nel suo paese l’effettivo esercizio delle libertà democratiche garantite dalla Costituzione italiana, ha diritto d’asilo nel territorio della Repubblica, secondo le condizioni stabilite dalla legge. Non è ammessa l’estradizione dello straniero per reati politici.

Il Tribunale popolare si pone a tutela dei Diritti umani e contro i crimini verso la persona umana/essere umano (sul quale il Diritto positivo non ha alcuna giurisdizione), le ingiustizie, gli abusi di potere e i soprusi.
Il Tribunale popolare in nome e per conto del popolo (persone umane/esseri umani in carne, ossa, sangue e spirito) e per effetto diretto convocherà a giudizio avvocati, giudici, magistrati, enti e organi di stato, istituzioni, forze dell'ordine, associazioni a delinquere, società assicurative, banche, etc... che non rispettano i Diritti di cui sopra.
Il Tribunale popolare è al di sopra delle parti, è autonomo e svincolato da influenze esterne.
E' presente là dove, la legge naturale e internazionale, non viene applicata o interpretata a scapito o vantaggio di qualcuno...
Il Tribunale popolare ha il potere di emettere sentenze a seguito di regolare procedimento nei confronti di chiunque vìoli il Diritto naturale e la Legge comune!

“Tutti gli esseri umani nascono liberi ed eguali in dignità e diritti . Essi sono dotati di ragione e di coscienza e devono agire gli uni verso gli altri in spirito di fratellanza.” Art. 1 DUDU “DICHIARAZIONE UNIVERSALE DIRITTI UMANI” ratificata dello Stato Italiano con legge 881/77 .

La Costituzione italiana recita all’art. XVIII delle disposizioni transitorie e finali che “deve essere fedelmente osservata come LEGGE FONDAMENTALE della Repubblica da tutti i cittadini e dagli organi dello Stato”.

LEGGE FONDAMENTALE: la Costituzione Italiana è un modello che contiene dei principi che devono essere gradualmente applicati con leggi specifiche e dettagliate (leggi ordinarie).

Le Costituzioni seguono i principi arbitrari del Diritto Naturale.

Diritto Naturale: l’insieme di precetti e di norme che la collettività sente indubitabilmente proprio (che sta scritto nel cuore degli uomini).

Sempre in Italia, l’organo legislatore, ha funzione di emanare le leggi (art. 70 Cost.), legiferando in armonia con i principi esposti nella Costituzione. Le leggi in contrasto con essa sarebbero illegittime, e per verificare e decretare l’illegittimità di una legge ordinaria emanata dal parlamento esiste un organo specifico (art. 134 Cost.). Se tale legge incriminata viene decretata illegittima dalla Corte Costituzionale, questa viene cancellata e perde ogni effetto (art. 136 Cost.). Questo perché altrimenti i diritti del popolo sovrano (il popolo è sempre sovrano) non sarebbero garantiti.

Quindi uno Stato che ratifica una Convenzione Internazionale, che rientra nel Diritto internazionale, ha prevalenza nel senso che gli Stati DEVONO, a loro volta, attuare i principi esposti nella Convenzione con leggi proprie interne (Diritto Positivo).

Uno Stato che non adempie legiferando in armonia con la Convenzione internazionale sottoscritta e ratificata, viene sanzionato dalle apposite Commissioni di controllo per ciascuna Convenzione o Trattato o ancora Patto.

Prima di rivolgersi a tali Commissioni di controllo, bisogna rivolgersi ai Tribunali interni degli stessi Stati.

Gli Stati non riconoscono l’essere umano ma solo la “persona umana”.

La giurisprudenza considera quattro condizioni, riferite all’individuo:

mario rossi = essere umano, non contemplato nei negozi giuridici;

Mario Rossi = Personalità Giuridica, colui avente capacità giuridica. Persona umana col ruolo di creditore;

Mario ROSSI = Persona Fisica (usato nel penale, colui che PAGA LA PENA volontariamente). Il suo ruolo è quello di debitore;

MARIO ROSSI = Soggetto Giuridico o Finzione Giuridica o Uomo di Paglia (modi che definiscono la stessa cosa). Il suo ruolo è quello di TRUST (fiduciario). Si tratta di un insieme di beni creati dagli Stati e di gli stessi provvedono all’amministrazione diretta o per delega ai cittadini. Quindi il Soggetto Giuridico ha l’incapacità di Agire.

Dimmi come è scritto il tuo nome e ti dirò chi sei o cosa sei”




Arrivederci essere umano.

Questo Tribunale si sovvenziona grazie alle sole DONAZIONI. Se credi in ciò che facciamo e desideri contribuire, ti indichiamo il link per poterlo fare. Il collegamento ti condurrà direttamente al nostro conto. Grazie!

Pagina per le DONAZIONI volontarie

Se potrai DARE una mano faremo ancora meglio. Grazie